5 Suggerimenti per gestire al meglio il personale nell'era della digital transformation | RHW.COOP

5 Suggerimenti per gestire al meglio il personale nell'era della digital transformation

Pubblicato il 25 September 2019


Capita il ritardo per una consegna di un lavoro, un malfunzionamento in un bancale di un dispositivo in prototipazione, un errore nel codice che stiamo scrivendo per un cliente.

Questi esempi ci mettono nella condizione di chiederci quali e quante siano le cause che influenzano un determinato risultato negativo, e più spesso di quanto non vorremmo è l’errore umano la principale.

In questo articolo vogliamo proporvi di riflettere insieme su una condotta gratificante attraverso alcuni suggerimenti che abbiamo raccolto assieme ai nostri collaboratori.

 

1. Coinvolgi e ispira grazie alla tua Vision

Se ne sente parlare poco, troppo poco, nonostante i dati sui cambi generazionali ci dicano che i lavoratori di oggi e del futuro ne abbiano bisogno per essere convinti a lavorare in una determinata azienda, stiamo parlando della “Vision”.

La visione, la prospettiva lungimirante e fondante del proprio apparato di business, della propria azienda, il leitmotiv che ispira e coinvolge i nostri collaboratori non solo a credere in noi, a seguirci, ma li spinge per dare il meglio.

I valori aziendali un tempo erano uno strumento di marketing e comunicazione soltanto per i clienti della vostra azienda, ma provate a immaginare che i primi clienti siano gli stessi collaboratori che producono i prodotti che volete vendere.

Chi meglio di loro se ne prenderebbe cura?

 

2. Crea momenti positivi

Siamo italiani, ci piace il cibo buono, il nostro folklore fa parte di noi per tutta la nostra vita, quindi perché non farne buon uso per coinvolgere i propri collaboratori?

In alcune delle big company che si trovano in Irlanda sono soliti organizzare le giornate cinema, consolidando l’affiatamento dei vari reparti a spese dell’azienda stessa.

Tuttavia, non sempre serve la grande pizzata delle superiori per far ciò, bastano piccoli momenti anche all’interno della stessa azienda, una celebrazione dopo una vendita particolarmente proficua, un meeting per scambiarsi feedback positivi e nuove idee tra i collaboratori, per stimolarli e dargli nuova linfa vitale.

 

3. Fai strada verso nuove collaborazioni

Nel corso della vita aziendale sarà sicuramente capitato di svolgere attività insieme ad altre aziende. Guidare l’azienda e i propri collaboratori attraverso queste partnership può significare un dispendio di forze molto gravose in termini di leadership.

Leadership può anche voler dire cooperazione, ovvero per trovare la soluzione più idonea non fate capo soltanto a chi ha la responsabilità maggiore, ma soprattutto a chi possiede la competenza migliore. Guidate la responsabilità, mettendo a suo agio chi ha la competenza lastricando la strada per la crescita dell’intera azienda, non soltanto di un singolo. Se ci pensate il motto “tutti per uno e uno per tutti” non è così anacronistico.

ESISTE UNA FIGURA PER SVILUPPARE ANCHE QUESTE ATTITUDINI?

4. Investi e costruisci nuove competenze

Oggi sappiamo quanto non basti più l’educazione formale a sostenere la domanda del lavoro e prima o poi anche in azienda i collaboratori avranno bisogno di aggiornarsi ed essere capaci di affrontare i mutamenti del mercato.

La buona pratica per eccellenza è l’apprendimento permanente, detto anche Lifelong Learning. Lo sviluppo continuo delle competenze dei nostri collaboratori è un vero e proprio atto di responsabilità, non solo un bisogno contiguo alle necessità lavorative, ma anche sociali e culturali.

Imparare è qualcosa che può essere divertente, non solo necessario, renderla una pratica costante potrà fare sentire meglio voi, i vostri collaboratori e soprattutto favorire l’intero sviluppo dell’azienda.

 

5. Persevera giorno dopo giorno

Potevamo dirvi tantissime altre cose, ma se c’è una cosa che contraddistingue la sopravvivenza delle aziende più anziane, in un mercato sempre più competitivo dove i bisogni sono ormai soddisfatti da chiunque: la forza sta nella costanza. Una costante forza caricata dai successi, una costante forza nel resistere ai fallimenti può essere per voi l’arma più importante per emergere nel mercato con cui avete deciso di confrontarvi. Trasmettendola anche i vostri collaboratori le percentuali di successo aumentano e così anche la capacità dell’azienda di distinguersi per perseguire i propri obiettivi.

Perseverate sempre!

CONCLUSIONI

La definizione vuole che l’azienda sia innanzitutto un agglomerato di persone con competenze differenti con uno scopo comune da perseguire. Nell’epoca della digital transformation, dell’automazione, del flusso di informazioni digitali tutto questo potrebbe un attimo essere perso di vista. Invece noi vi diciamo che a maggior ragione il people factor, il fattore umano, sarà fondamentale e decisivo. Le aziende che sapranno curare questo aspetto avranno una marcia in più, fidatevi!

Images: 

La tecnologia crea innovazione solo se diventa alla portata di tutti.

Compila il modulo