5 Fattori chiave per crescere nella digital transformation | RHW.COOP

5 Fattori chiave per crescere nella digital transformation

Pubblicato il 05 September 2019


Ogni giorno se ne sente parlare più spesso e spuntano come funghi siti web e “influencer” per discutere del tema più caldo del momento nel mondo del lavoro: la digital transformation. Il governo, in primis, promosso il tema negli ultimi anni grazie all’apertura dei Punti Impresa Digitale, sportelli gratuiti che hanno permesso a molte aziende di affacciarsi al mondo del digitale. Oggi essere digitali è una necessità, ma anche un metodo, uno stato d’animo, e fin troppo spesso viene confuso con mode e pratiche non sempre consone al proprio business. Vediamo insieme come distinguere le buone pratiche dalle cattive:

 

1. Partire dalle persone prima che dalle tecnologie

Chatbot, marketing automation, cloud, e se ne avete altri che vi stanno venendo in mente vi chiediamo di fermarvi un attimo e metterli da parte. Prima di partire in quarta cercando di capire quanto vi costerebbero tutte queste tecnologie c’è un’altra domanda da farsi: i miei dipendenti sarebbero capaci di utilizzarle? Loro sono il cuore della vostra produzione, allo stesso modo deve starvi a cuore la loro formazione. Ascoltateli e capite di cosa hanno bisogno, saranno molto felici di darvi una mano perché saranno i primi ad aver avuto valore nel cambiamento.

 

2. Imposta Obiettivi

Cambiare metodo non è l’unica cosa che devi fare per migliorare le performance della tua azienda, devi capire prima dove questa vuole arrivare. Un obiettivo da raggiungere è la prima motivazione chiara per comprendere cosa va sistemato in azienda, d’altronde, pensaci un attimo, parteciperesti mai ad una maratona senza sapere quale percorso e tappe dove raggiungere?

 

3. Definisci e misura degli sforzi che fai

Ogni tua azione avrà ripercussioni sul lavoro dell’azienda, che possono riflettersi sul fatturato, sul raggiungimento degli obiettivi o su altri KPI impostati senza dargli un valore specifico. Non basta sapere che meta raggiungere, serve anche conoscere quanta strada si è fatta, in quanto tempo, e con quante risorse. La quantità di ciò che si fa, in questo caso, è determinante per capire la qualità del proprio lavoro. In questo può aiutarti il Design Thinking, ne hai mai sentito parlarne?

Cosa fa un DIGITAL COACH?

4. Allinea i processi alle tecnologie che scegli di utilizzare

Se sei riuscito a costruire un metodo non cercare di integrare a tutti i costi le tecnologie che sembrano idonee, fallo soltanto con quelle che effettivamente si adattano a ciò che devi fare. Il controllo automatico di una mailing list non è necessario se avrai contatti su sistemi come Slack oppure, ad ancor più basso livello, su Whatsapp o Messenger. Mantieni l’equilibrio trovato con la tecnologia che più si adatta alle tue esigenze.

 

5. Fatti guidare dai dati!

L’abbiamo già anticipato in un certo senso, ma “repetita iuvant”: i dati saranno le solide vele della vostra nave aziendale, senza conoscerli sarà più difficile muoversi su qualsiasi mare vogliate trovarvi. Le consegne date in tempo, per i vostri clienti o per i bandi a cui partecipate, il numero di documenti prodotti durante lo sviluppo di un progetto sono KPI che possono essere ottimizzati con metodi e sistemi che, oggi, con al digital transformation, sono raggiungibili con ottimizzazioni alla portata di tutti.

 

CONCLUSIONI

La strada verso l’ottimizzazione digitale può sembrare lunga, ma vi assicuriamo che basta fermarsi un momento e riflettere sulle proprie necessità operative. Non vogliamo dire che è cosa da tutti, no non lo è, sappiate che però anche solo fermarsi per guardarsi attorno vi permetterà di capire di quello di cui avete bisogno voi e chi lavora per voi: ascoltate sempre i feedback!

Images: 

La tecnologia crea innovazione solo se diventa alla portata di tutti.

Compila il modulo